Notevole successo di pubblico al convegno che si è svolto lo scorso 21 marzo a Viareggio
QUALITA’, EDUCAZIONE ALIMENTARE, PRODOTTI TIPICI E BIOLOGICI.
QUESTI ALCUNI DEI TEMI DEL CONVEGNO “LA QUALITA’ A TAVOLA”
L’iniziativa promossa dall’Asp di Viareggio in collaborazione con Conal e Ristorando

Si è svolto lo scorso 21 marzo presso l’Hotel Esplanade a Viareggio, il convegno dal titolo “La qualità a tavola”, promosso dall’Azienda speciale pluriservizi (Asp) di Viareggio in collaborazione con Conal Scrl di Milano e Ristorando.
Si è trattato della prima edizione di un appuntamento di carattere regionale e nazionale, destinato a ripetersi nei prossimi anni, utile per affrontare alcuni dei temi chiave relativi alla qualità del servizio di refezione scolastica.
Notevole il successo di pubblico riscosso dall’appuntamento. Erano infatti circa 100 i rappresentanti dei Comuni, delle Asl e delle associazioni di categoria interessate ai temi trattati nel corso della giornata, presenti al convegno durante il quale si è parlato di qualità, anche igienica, della mensa scolastica, di educazione alimentare, di normative nell’ambito dell’introduzione di prodotti biologici e tipici nei menù, di lotta allo spreco, del rapporto tra qualità alimentare e messaggi dei mass media, di infrastrutture tecnologiche per la produzione dei pasti ed ancora del nuovo capitolato dell’Asp di Viareggio per i servizi di ristorazione.
“L’organizzazione di questo convegno – spiega il presidente dell’Asp, Andrea Gemignani – fa parte del programma che si è prefissato il consiglio di amministrazione dell’Azienda nell’ambito del servizio di ristorazione scolastica, con particolare riferimento al tema dell’educazione alimentare. Proprio in questo settore l’Azienda ha portato avanti con il Comune e la Asl 12 Versilia una serie di iniziative positive rivolte agli utenti delle mense scolastiche ed agli addetti ai lavori. Abbiamo voluto promuovere un convegno che abbia come argomento centrale e specifico quello della qualità: il nostro obiettivo è quello di trasformarlo in un appuntamento annuale che faccia dell’Asp di Viareggio un punto di riferimento regionale per tutti coloro che di occupano della gestione del servizio di refezione scolastica”.
L’apertura dei lavori è stata affidata al presidente dell’Asp, Andrea Gemignani, che ha illustrato le iniziative messe in atto dall’Azienda nei primi quattro anni di gestione del servizio di ristorazione scolastica. E’ intervenuta anche l’assessora alla pubblica istruzione del Comune di Viareggio, Cristina Boncompagni, che ha sottolineato l’importanza del lavoro svolto dall’Asp ed ha lanciato l’idea di un maggiore coinvolgimento dei piccoli utenti della mensa nelle decisioni relative al servizio di ristorazione, temi che potranno essere affrontati dagli alunni che fanno parte del Consiglio dei Bambini e delle Bambine.
A segire sono intervenuti i relatori della giornata coordinati dal direttore di Conal, il dott. Corrado Giannone.
“I prodotti biologici, lo stato dell’arte delle normative della Regione Toscana” è stato il tema dell’interessante relazione del dott. Fabrizio Fossi, della Regione Toscana che ha illustrato le nuove frontire e le relative iniziative promosse dalla Regione sull’introduzione dei prodotti biologici nelle mense scolastiche, una questione sulla quale l’amministrazione regionale sta intervenendo anche attraverso la pubblicazione di bandi per l’0accesso a finanziamenti da parte degli enti pubblici. A seguire è intervenuta la dott.ssa Giovanna Camarlinghi, responsabile dell’U.F. Igiene degli alimenti della Asl 12 Versilia, che ha trattato il tema “La valutazione dell’efficacia della legge 155/97 sulla qualità igienica degli alimenti a cinque anni dall’entrata in vigore”.
Particolarmente interessante è stata la relazione del vice direttore di Conal, la dott.ssa Luisa Cappellina, sul tema “Adotta un tipico: campagna per lo sviluppo di prodotti tipici e tradizionali nella ristorazione scolastica”, un argomento sul quale l’Asp di Viareggio intende avviare un confronto concreto con i partner locali che si occupano di ristorazione scolastica al fine di introdurre, anche nelle mense scolastiche del comune di Viareggio, di piatti tipici.
“Qualità e corretta alimentazione nella ristorazione scolastica” è stato l’argomento dell’intervento della dott.ssa Patrizia Ugenti, specialista in nutrizione dell U.F. Igiene degli alimenti della Asl 12 della Versilia, che ha sottolineato l’esigenza di intervenire con urgenza nell’ambito dell’educazione alimentare dei più piccoli per limitare il crescente fenomeno dell’obesità infantile. Come spiegato da Ugenti sarà necessario mettere in atto, come già stanno facendo la Asl versilia, la Asp ed il Comune di Viareggio, interventi educativi rivolti ai più piccoli che incidano sulle loro abitudini alimentari sia a scuola che in famiglia.
Il direttore dell’Asp, il dott. Carlo Bertanelli, ha relazionato sul tema “Il nuovo capitolato speciale d’oneri dell’Azienda speciale pluriservizi di Viareggio per i servizi di ristorazione”, un intervento utile per far cpomprendere le modalutà di lavoro e gli obiettivi sul fronte della qualità alimentare che Asp si prefigge per il prossimo futuro. Tre le linee guida dell’azione di Asp: puntare all’alta professionalità dello staff che andrà a gestire il centro di cottura dell’Azienda (situato alle Bocchette), promuovere la qualità dei prodotti utilizzati, incrementando la presenza di quelli biologici e valutando l’opportunità di inserire quelli tipici, amplire il controllo sulle derrate alimentari, e sui fornitori delle stesse, utilizzate dal centro di cottura. Di natura più tecnica l’intervento del dott. Davide Cozzarolo del Gruppo TcSistema su “Le infrastrutture tecnologiche come strumento per la qualità del servizio”.
Subito dopo la pausa pranzo, alle 14.00, i lavori del convegno sono ripresi con la relazione della dott.ssa Cristina Albertini, responsabile del settore Logistica Sociale del Comune di Brescia, sull’argomento “L’esperienza del Comune di Brescia nella lotta allo spreco dei pasti non distribuiti”.
Al termine delle relazioni si è svolta un interessante tavola rotonda dal titolo “La qualità alimentare sui giornali ed in televisione” alla quale hanno preso parte il giornalista e tecnologo alimentare dott. Roberto La Pira, collaboratore free lance presso le principali testate giornalistiche italiane come Il Corriere della Sera e Il Sole 24 Ore e ospite fisso della trasmissione Rai “Mi manda Rai Tre”, ed i giornalisti locali dott. Corrado Benzio, capo servizio della redazione di Viareggio del quotidiano Il Tirreno, esperto di enogastronomia e collaboratore del periodico “Il Gambero Rosso”, e dott. Beppe Nelli, giornalista della redazione di Viareggio del quotidiano La Nazione, esperto di enogastonomia e collaboratore per la Guida dei Ristoranti d’Italia e per numerose altre riviste di turismo ed enogastronomia.


Per ulteriori informazioni è possibile rivolgersi alla segreteria organizzativa del convegno:
Valentina Landucci
Tel. 338 9899183
e-mail vl79@libero.it